Pubblicato in: sognatrice

“Io mi ritiro.”

Tempo fa sulla mia bacheca di post-it avevo segnato il nome di un concorso letterario, “Caro maschio che mi uccidi”, scadenza 30 novembre. Il tema è il femminicidio. Argomento che mi sta molto a cuore. E forse è tra le cose di cui mi interessa maggiormente. Negli ultimi 15 anni ho rafforzato sempre di più la visione della disuguaglianza fra i sessi. E’ enorme. Putroppo. Ancora oggi siamo due mondi diversi. Uno inferiore all’altro. Errore ed orrore enorme. Purtroppo.

Tornando al concorso, ero entusiasta ed impaurita a scrivere sull’argomento non solo per l’argomento delicato ma anche per il regolamento in sè. Bisogna andare sul sito http://www.inquantodonna.it/ e “scegliere” una donna vittima del femminicidio.

Sono andata e ho trovato tanti, tanti visi di donne, ragazzine bellissime.

 

Come faccio a sciegliere? A chi dedicare la mia poesia, la mia lettera, il mio testo? Queste donne sono esistite. Hanno vissuto. Hanno respirato. Sorriso. Sofferto. Pianto dal dolore e dalla felicità. Hanno vissuto gli ultimi attimi della loro vita pregando che fosse solo un incubo da cui svegliarsi. Come faccio a dar voce ad una sola donna scartando le altre? Ammiro chi ha deciso e costruito questo concorso, perchè finalmente si vuole dare voce alle vittime. A mio pare si vuole dire :

“Gente svegliamoci!Basta sofferenza! Basta omicidi! Basta pazzia! Basta possessione e disugualianza fra i sessi!Basta questo orrore!”

Non sono qui a criticare questa oppurtunità di urlo, sono qui per dire che io ho fallito. Non riesco a concentrarmi su una sola. Non riesco a creare testi poetici e toccanti che non siano abbastanza grandiosi quanto le loro vite, quanto il loro essere. Io mi ritiro e non partecipo. Non riesco proprio. Non riesco a star qui a guardarle e a leggere delle loro ingiuste vite. Mi si commuove il cuore. Mi si spezza e mi rattristisco incazzandomi per questa realtà di merda che non vuole migliorare. Eppure non sarebbe così bello e pacifico se tutti noi ci rispettassimo nello stesso modo? Senza creare disagi fisici e morali. Senza deridire o insultare magari minacciando? Non sarebbe una realtà, LA realtà che dovremmo tutti vivere?

In questo caso ho fallito perchè non ho saputo scegliere una sola donna. Se fosse stato per me avrei scritto per tutte loro, sempre scegliendo termini mai abbastanza belli quanto loro.

 

Buona serata,

buona notte

e buoni sogni.

Baci

Sonia

 

 

Pubblicato in: sognatrice

“In arrivo una nuova rubrica …”

Tempo fa vi avevo accennato di una mia idea di aprire un nuovo blog investendo però dei soldi. Il tema del blog è il caffè e i bar. Luoghi per me di grande relax dove poter scrivere senza essere disturbata. E parlerò e consiglierò i luoghi che mi hanno veramente colpito, facendo loro anche della pubblicità gratuita.

IMG_20181111_191135

Dopo vari ragionamenti e ripetuti ripensamenti, sono giunta alla conclusione, visto la mia poca e duratura eccitazione in qualsiasi cosa che faccio, di inserirla qui. In questo blog, la mia nuova idea. Voglio andarci con i piedi di piombo e prima di “buttare” dei soldi sudati, voglio provare a vedere se riesco ad essere costante ad occuparmi di questa mia nuova rubrica. Poi magari investirò seriamente, però su questo blog, unasognatricefallita.wordpress.com. E’ inutile avere due blog da seguire se già faccio fatica con uno. Ah-ah!Ah-ah! Quindi questa è la mia decisione finale e ne sono entusiasta comunque! E poi visto che da oggi sono in ferie ( sì, noi gente che lavoriamo nei centri commerciali abbiamo le ferie distribuite nel corso dell’anno) ho più tempo per iniziare questa nuova avventura! Da domani inizierò a scrivere e a fare foto. E se tutto va bene, vedrete presto i primi testi. Speriamo che vada tutto bene! Dita incrociate!

 

Buona serata,

buona notte e

buoni sogni!!!

Bacioni

Sonia

Pubblicato in: sognatrice

“Una chiacchierata con la mia coscienza”

Le parole che vorrei dire ma che non riescono ad uscire. E’ una continua lotta fra quello che vorrei fare e quello che non riesco a fare, forse per troppa pigrizia. Troppa, comoda, pigrizia.  E poi ti prendono quegli attimi di depressione del tipo :

” Io non ce la farò mai …”

L’attimo passa e hai voglia di fare tutto. Ma in quel maledetto momento stai facendo altro e non puoi mollare il tutto e fare quello che la tua mente e le tue mani hanno prontamente bisogno di fare. Così stai ferma e rimani in accelerazione ma non vai da nessuno parte. Il tempo passa e tu inizi a piangere delle scelte fatte. Ci pensi un attimo e rinneghi quello che hai appena pensato. Tu non rinneghi nulla e non hai rimpianti. Se sei così è perchè dovevi essere così e se adesso sei stanca e tristemente infelice, fai qualcosa. E’ un disco che si ripete troppo spesso e le mie orecchie sono parecchio stufe di ascoltarlo. Ma poi a volte capita che trovi la grinta timorosa di fare e … ti accorgi che non ti ricordi nulla di quello che hai studiato. E la musica che ti sei creata nella tua mente rimane in viaggio solo nei tuoi sogni. Quanta rabbia ti scoppia nei polmoni! Sai di essere un fallimento ma ti rendi conto che hai davvero l’anima d’artista, devi solamente trovare e percorrere quella stradina tanto stretta che ti porterà alla felicità assoluta. Io una volta l’ho trovata. Quella volta a sedici anni. Studiavo canto. Stonata come chissà che cosa, ma a furia di provare e riprovare, riuscì a cantare delle note intonate. Quella sensazione di morbidezza meravigliosa. La mia voce era come soffice e perfetta che riuscì a stupire mia madre! Quella sensazione grandiosa non l’ho mai più riprovata e ora dopo vari tentativi falliti, ho così voglia di riprovare a cantare ma … come ogni cosa a questo mondo maledetto, costa troppo studiare canto… quanto mi manca sentire la mia voce …

Il canto, il primo Amore. Il mio primo dolore.

Io ci devo riprovare. Questo almeno me lo sono ripromessa.

Buona serata,

buona notte e

buoni sogni

Baci Sonia

Pubblicato in: sognatrice

“Oggi sono …”

Ieri mi sono svegliata. Sono andata in bagno. Ho fatto ..plin plin. Ho lavato la faccia e mi sono guardata allo specchio.

“Mamma mia quanto sono brutta.”

Ieri mi sono svegliata. Sono andata in bagno. Ho fatto ..plin plin. Ho lavato la faccia e mi sono guardata allo specchio.

“Ma come sono figa oggi. Mi piaccio un sacco.”

Come mai ci sono giorni che mi piaccio. Che mi vedo così bella da far innamorare tutti. Da non vedere quei difetti del mio viso, tipo brufoletti, pelle grassa/mista. Eventuali peletti che mi sono sfuggiti. E giorni che vedo e disprezzo ogni mio difetto?

In questo momento sono “lucida“. Capisco e riconosco queste mie “stranezze da donna” (o sono solo io? Ah-ah!Ah-ah!). E se devo “valutare” il mio viso … mi piace. Non sono ne bella ne brutta. Mi piaccio. E questa è la cosa più importante. Ho dei  particolari che amo. Tipo i miei occhi. I suoi lineamenti. Le mie labbra carnose (naturali). Invece non mi piace la mia pelle rovinata dai brufoli, che sto cercando di migliorare grazie al miele. Sì, ho letto che il miele cicatrizza e fa sparire i brufoli. Quindi proviamo anche questa no? Non mi piace il mio naso abbastanza grosso e i miei denti storti. Denti che di SICURO sistemerò appena avrò dei soldi. La salute parte dai denti! La prima spesa che affronterò quando sarò ricca o benestante (Ah-ah!Ah-ah!Io ci credo fortemente!) sarà dal dentista. Lo farò diventare stra-ricco! Questo è sicuro! Talmente sono conciata. Mannaggia a me che ho iniziato tardi ad occuparmene. Quindi per concludere, direi che io mi piaccio. Riconosco i miei “difetti” ma sono parte di me e quelli che posso migliorare, miglioreranno se no, pace. Una cosa è certa non andrò a rifarmi il naso! Ho troppa paura dell’operazione in se!

Ancora non capisco come il mio giudizio cambi in base ai giorni ma è così. Mi succede. Forse, azzardo un ipotesi, può essere che alcuni giorni mi concentro senza accorgermene su ciò che amo o su ciò che disprezzo e quindi da lì parte il parere sul mio viso. Questa potrebbe essere una spiegazione, no?

Voi invece? Avete come me delle giornate simili?

Fatemelo sapere!

Buona serata

Buona notte

buoni sogni …

dalla vostra Breve Blogger

Sonia

Pubblicato in: sognatrice

I love Mtv 1990/2000.

Mi manca Mtv, Music Television Video. Mi manca quel canale libero e visibile a tutti. Mi manca un canale intero di musica. Mi manca quel canale degli anni ’90/2000. Mi manca quella musica. Quella di adesso difficilmente la riesco ad ascoltare. E faccio una premessa, ascolto pochissima musica italiana. Sono cresciuta con la musica inglese e americana, grazie all’influenza di mia sorella maggiore.

Mi manca accendere la tv e passare delle ore a guardare video su video. La musica di allora era musica. Forse sono di parte perchè quelli erano i miei anni e sono cresciuta così. Ma io ne ero e ne sono innamorata. Per me quella è musica. Quella di adesso…mah. Sì, è vero la musica nel corso degli anni ha avuto il suo percorso di cambiamento. Ma ognuno di noi  rimane legato alla musica con cui  cresce. Io ho iniziato a 6 anni ad ascoltare musica. Grazie sempre a lei, mia sorella.

Sono passata da ascoltare musica da disco (Sì a 6 anni!Ah-ah!Ah-ah!), a quella pop, poi quella rock, per poi finire con la musica r’&’b  e quella rap-hip-hop. Sempre comunque americana- inglese.

In queste ultime sere mi metto al pc e mi sparo diversi video proprio di quegli anni, su youtube. Video che, mannaggia a me, avevo accontonato. E non era solo la musica ad appassionarmi, erano anche i video, che mi affascinavano e mi incantavano. Come adesso. Questa passione non l’ho persa. E così mi sono accorta che mi manca accendere Mtv e guardare una serie infinita di video. Non come adesso che è fatta di reality stupidi, programmi inutili e poca musica ( che magari non apprezzo neanche). Sì,ok ce ne sono altri di canali musicali. Ma non sono la Mia Mtv. Quegli anni e quel canale non torneranno.

E poi per chi come me appassionato di quel canale, la cosa che si  amava e che si attendeva con ansia elettrizzata e da vera fan, erano gli Mtv Video Music Awards o gli Mtv Europe Music Awards. Mamma quanto mi manca … Purtroppo da quando è passata a Sky, non posso più seguirli e la cosa mi rode parecchio. Ho iniziato a seguire questi shows dal 1997 in poi. Mai persi. Sempre visti. Sempre rimasta sveglia fino alla mattina per vederli in diretta. Che nostalgia…

E ora sono “costretta” a riguardarli con un sorrisino nostalgico su Youtube. E meno male che c’è! Se no come avrei fatto? Certo preferirei riavere quel canale ma mi devo accontentare.

Voi invece quali anni e quale musica avete nel cuore? E poi eravate anche voi “innamorati” di quella Mtv?

Per sempre nel cuore musica anni 1990/2000. O la mia se mi decido a produrre qualcosa!Ah-ah!A-ah!

Dalla vostra sognatrice fallita

Buona serata

Buoni sogni

E buona notte

Bacioni

Pubblicato in: sognatrice

“Ragiono con voi e ….”

Siamo in autunno e noi non ci sentiamo da inizio estate. Un tempo lunghissimo. E ne sono dispiaciuta. Ma non ho cazzeggiato come voi pensate, ah-ah! Ho finito di scrivere su quaderno e di riscrivere su pc, la mia prima raccolta di racconti.

IMG_20181008_152914

 

Uao! Che soddisfazione! Ora mi sto impegnando per spedirla alle vari case editrici. Speriamo bene. Se avete da suggerirmi qualche nome specializzata in pubblicazione di racconti, ditemelo pure. Mi farebbe molto piacere!!!

Non ho mai scritto racconti. E’ la prima volta. E non ho neanche deciso di farlo. La mente ha iniziato a creare e la mano la seguiva. E’ nato tutto per caso. Una bella esperienza. Alla fine qualsiasi testo che sia di diario o poesia, è nato per caso. La mente all’improvviso crea delle parole nella mia testa e la mano esegue gli ordini. A proposito di mente e di nuove cose, da un po’ di mesi mi sta girando un’idea nuova da mettere in pratica. Ho in mente di creare un nuovo blog che risalta la mia passione del caffè e dei bar. Perchè questo?Perchè semplicemente sono momenti che dedico a me stessa per rilassarmi e scrivere. E quindi vorrei tanto condivere questa mia passione. Ma se ancora non l’ho fatto è solo perchè ho timore che possa fallire. Sono una persona che crea idee a raffica ma sono anche, oltre ad essere pigra (ah-ah!Ah-ah!), una grande fifona. Ho paura di fallire. Ho paura di non riuscire a portare a termine la cosa. E soprattutto ho paura di abbandonare la cosa per noia. E se ci sto pensando da un po’ solo perchè in questo caso, vorrei finanziare il mio nuovo blog. Visto che guadagno poco, questi soldi vorrei spenderli senza pentirmene e buttarli. Ma allo stesso tempo continuando a rimandare la decisione, rischio di non fare nulla e di rimanere bloccata al mio posto di lavoro. Eh sì, questo blog chissà, potrebbe diventare un lavoro. Cioè lo spero! Ma non il mio unico lavoro. Io vorrei mantenermi con mille lavori artistici!Questa sarebbe la mia felicità!!!

Dopo questa breve riflessione con voi, che mi ha fatto bene. Non so ancora cosa fare!!!!Ah-ah!Ah-ah!

Buona notte e buoni sogni!

Bacioni!!!